Come nasce Malidenù

Era luglio del 2012, e dopo diverse collaborazioni come volontaria con la ong Bambini nel Deserto, il presidente di questa, Luca Iotti, mi ha proposto di fare una raccolta fondi e occuparmi della spedizione di una gran quantità di latte in polvere. Senza saperlo, stavo facendo i primi passi per mettere su il mio gran progetto, un sogno che avevo nel cuore da tempo, un progetto per aiutare i bambini orfani del Mali, paese dal quale doveva ancora arrivare nostro figlio che attendevamo già da più di un anno.

Fu così come, tramite le mie amicizie (personali e anche sui social) e le famiglie che conoscevo che avevano già concluso le adozioni dei loro figli in Mali e quelle che erano in attesa come noi, organizzai una raccolta fondi per poter pagare le spese di invio dei 600 Kg di latte in polvere che Bambini nel Deserto ci aveva donato, grazie alla ditta Unifarm, che produce il latte in polvere per neonati e bambini Neolatte.

Grazie anche al mio amico francese Karl Babin, che poi sarebbe diventato referente locale in Mali per Malidenù, abbiamo trattato con la compagnia aerea Air France che ci ha offerto un prezzo speciale per il trasporto dalla Francia a Bamako, capitale del Mali. Inoltre, trattandosi di un invio umanitario, abbiamo ottenuto da parte dell’ambasciata del Mali in Francia, l’esonero doganale.

Una volta raccolti i soldi, io e mio marito abbiamo affittato un furgone e abbiamo portato i 600 Kg di latte in polvere guidando da Genova a Nizza, aeroporto francese più vicino a noi. Da lì il latte è partito per Parigi e finalmente per Bamako!

Finalmente ad ottobre il latte è arrivato in orfanotrofio, Ase-Mali Niaber!! Ed è stato anche consegnato, da parte dalla direttrice di Niaber, una buona quantità ad un altro orfanotrofio privato, Assureme Rue-Mali.

Inoltre, con i soldi raccolti abbiamo anche aiutato a pagare le spese mediche e i controlli per 3 bambini che erano in situazione grave e preoccupante e abbiamo anche fatto diverse donazioni per riso, farina, cereali, pannolini, ecc. per i bimbi dell’orfanotrofio Ase-Mali Niaber.

E da questa prima raccolta… poi è partito tutto fino ad arrivare al progetto di oggi, un progetto che aiuta i bambini orfani di questo grande paese.